Chi sono

Sono nato a Trieste il 08/06/1974, sono sposato ed ho tre figli. Ho ottenuto il diploma di maturità scientifica e la laurea in ingegneria edile con il voto di 110/110 e lode. Sono iscritto all’Ordine degli Ingegneri dal 2004 e da allora esercito la libera professione, attualmente in forma associata. Sono iscritto alla piattaforma Meetup dal 17 luglio 2005, data nella quale ho costituito il Gruppo Beppe Grillo Trieste e del quale sono stato organizer per molto tempo. Sono stato consigliere e tesoriere dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Trieste dal 2009 al 2011 quando, eletto come portavoce del M5S a Trieste, ho ritenuto corretto dimettermi, pur senza formale incompatibilità delle cariche. Dal 2011 al 2016 sono stato consigliere comunale a Trieste.

La mia attività professionale è quella tipica dell’ingegneria edile, incentrata quindi sulla progettazione e la gestione dei processi edilizi, con particolare riferimento alle opere pubbliche. Mi sono occupato, sin dal 2004, di sicurezza nei cantieri temporanei e mobili potendo verificare direttamente le enormi problematiche che ancora sussistono in questo ambito lavorativo. Le esperienze professionali maturate hanno contribuito a rafforzare in me la convinzione che sia necessaria una pianificazione che da un lato preveda la messa in sicurezza di ampie parti del territorio e dall’altra non ne consenta ulteriore consumo.

Avendo realizzato numerose opere pubbliche, ho potuto verificare e valutare le diverse fasi della normativa: dalla “Merloni” al D.lgs. 163/2006 fino al D.lgs. 50/2016. Il nuovo codice degli appalti sta mostrando, dopo un anno e mezzo di applicazione, alcune criticità che andranno superate.

In relazione ai miei interessi personali, amo lo sport in generale ed in particolare la pallacanestro e l’atletica. Ho giocato a basket fino a diciassette anni e poi ho iniziato ad allenare, dalle categorie giovanili fino alla serie C maschile. A trent’anni ho iniziato a correre, partecipando a diverse competizioni di mezzofondo. Purtroppo gli impegni professionali, familiari e l’attivismo politico mi hanno costretto a tralasciare l’attività sportiva. Mi piace la musica e suono da autodidatta il pianoforte. Amo l’arte, prediligendo la pittura, e, ovviamente, l’architettura.